Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

L'attore Charlie Sheen rivela di essere sieropositivo



Il 50enne Charlie Sheen, uno dei più noti attori di Hollywood in film come 'Wall Street' e 'Red Dawn - Alba Rossa', figlio d’arte del grande Martin Sheen protagonista di capolavori del cinema quali “Apocalypse Now” e “Gandhi”, ha avuto fin dalla giovane età un'esistenza turbolenta, spesa tra donne, arresti, alcool e droga, vizio che, tra il 2010 e il 2012, l’aveva portato a perdere il suo posto in “Due uomini e mezzo”, la popolare sitcom statunitense.

Durante la trasmissione televisiva "Today" della Nbc, rivela di essere sieropositivo e che il virus dell'HIV gli è stato diagnosticato circa quattro anni fa e di non sapere come lo abbia contratto. «Tutto è iniziato con fortissimi mal di testa, tanto che pensavo di avere un tumore al cervello. Ho pensato che fosse tutto finito», ha confessato. Recentemente Sheen era già stato al centro delle cronache scandalistiche statunitensi per la sua travagliata storia di tossicodipendenza, pornografia e prostituzione, ma nonostante la sua vita spericolata nessuno avrebbe mai potuto pensare di dover raccontare della sua sieropositività, una parola che fa tremare non solo i suoi familiari ma un po' tutta Los Angeles. Oltre al peso della malattia ha dovuto subire il dolore delle persone di cui si fidava che l'hanno ricattato dopo che l'attore si era confidato raccontando della sua malattia. Persone che gli hanno estorto milioni di dollari per mantenere il segreto: «Oggi voglio uscire da questa prigione».«Quello a cui la gente non pensa è che in questo modo hanno sottratto denaro ai miei figli», ha riferito ancora Sheen, con la speranza che tale rivelazione possa porre fine a questi ricatti.

 

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter