Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

MacBeth: Shakespeare, passione, sangue e potere



Un film drammatico, storico, feroce e tenebroso, con la splendida fotografia di Adam Arkapaw, è una trasposizione della tragedia shakespeariana sul delirio del potere e dell’ambizione. Un classico che l’australiano Justin Kurzel, porta sullo schermo esaltandone il carattere dark e ostile per coglierne l’anima più cupa e desolata. 
Un dramma conosciutissimo di Shakespeare trasformato in pellicola: 113 minuti di storia, passione, sangue e potere.
 
Nella foto la locandina e alcune scene del film
 
TRAMA
 
MacBeth, Barone di Glamis, valoroso generale dell'esercito del re Duncan di Scozia, ha ucciso il traditore Macdonwald a capo delle forze ribelli in una battaglia. Percorrendo il campo dello sterminio insieme al suo compagno Banquo, Macbeth incontra tre donne che gli predicono che lui diverrà signore di Cawdor e re di Scozia, mentre Banquo sarà il capostipite di una dinastia di re. Entrambi gli uomini sono stupiti dalle profezie ricevute dalle donne. 
Angus e Ross, due nobili scozzesi, raggiungono il campo di guerra per trasmettere a Macbeth i ringraziamenti del Re per il coraggio dimostrato e per conferirgli il titolo di Barone di Cawdor: perché colui che deteneva prima il titolo è stato ucciso per tradimento contro la corona. Quando Macbeth va a rendere omaggio al re Duncan, questi gli dice che ha preso accordi per visitare la sua casa a Inverness e festeggiare insieme la vittoria. A Inverness, Lady Macbeth riceve una lettera dal marito che la informa della profezia svelata dalle tre donne. Lady Macbeth non vede il marito da anni a causa della guerra ed è in lutto per la perdita del loro unico figlio. Un'idea si fa strada nella sua mente: escogita un piano per uccidere il re Duncan e assicurare così il trono al marito. L'idea prende vita nella sua mente...
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter