Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Room: un film su una madre e un figlio segregati per anni



Film drammatico, toccante, riflessivo. Tutto dosato in maniera ottima. 

Un dramma ad alto tasso di emozione. Merito della scelta del punto di vista, della regia ad immersione e della sceneggiatura. Il regista sceglie di adottare il punto di vista di Jack, 5 anni, nato e cresciuto dentro la STANZA, quella del titolo, insieme alla mamma rapita e segregata lì 7 anni prima. Questa scelta registica balza subito agli occhi dello spettatore con tutta la sua potenza emotiva e riflessiva. la sceneggiatura, tratta da un libro ispirato a fatti veri, quello del tizio austriaco che aveva rinchiuso la figlia per anni, una trama perfetta, che ci porta dritti in questo incubo e ce ne fa uscire fuori più liberi, ma tristi per la crudele realtà che ha  coinvolto i personaggi. L'attrice Brie Larson, 27 anni, bravissima. Il piccolo, Jacob Tremblay, 9 anni, lascia totalmente scioccati da quanto si cala terribilmente bene in un ruolo così difficile, e il ragazzino ha appena ottenuto il premio come miglior giovane attore ai Critics’ Choice Awards. Il loro carnefice Old Nick è invece interpretato da Sean Bridgers.

 

TRAMA
Un bambino di 5 anni viene accudito dall’amorevole Ma (diminutivo di mamma) che non fa mancare al figlio nulla: fantasia, amore e affetto. Loro vivono intrappolati in una stanza di dieci metri quadri. Non appena la curiosità di Jack per la loro condizione cresce, la resistenza di Ma diminuisce ed insieme mettono in atto un piano di fuga che li porterà a trovarsi faccia a faccia con una delle cose più spaventose: la realtà.
 
Un film che porta il grido soffocato di libertà di un bambino, che ha vissuto l'infanzia dentro quattro mura, ma soprattutto nella sua testa, nella sua immaginazione, nell'immaginare un mondo che pensava fosse solo finto, un'illusione, e invece poi che cosa stupenda, ma difficile per lui, scoprire che tutto quello è reale, era là fuori ad aspettarlo. Un film perfetto sotto tutti i punti di vista.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter