Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Zeta, un film che trova nel rap una verbalizzazione poetica



Pellicola con la regia di Cosimo Alemà, interpreti Diego Germini, Irene Vetere, Jacopo Olmo Antinori, e altri ancora, "Zeta" è il primo film-manifesto della generazione hip hop italiana. Un film palpitante sullo scenario di una Roma vera e cruda, che racconta di come sulle ceneri del rock, nella rabbia e nella delusione, abbia attecchito il genere nuovo, un tempo patrimonio esclusivo dei neri americani e oggi incredibilmente comune tra i giovanissimi di casa nostra, l'hip hop italiano.

 
TRAMA
In una Roma che si divide verticalmente tra centro e periferia, ricchi e poveri, famosi e non famosi, Alex/Zeta, Gaia e Marco sono tre amici poco meno che ventenni con il sogno di sfuggire al destino che la società ha in serbo per loro. La vita di strada, il lavoro al mercato, i casermoni di periferia, la povertà, il piccolo spaccio, il sogno dell'hip hop: questa è la vita per Alex fino a che il sogno non diventa realtà, e lui si trova catapultato nel mondo del rap a giocarsi la sua partita e a far vedere quanto vale. Ma gestire il proprio destino è una faccenda complessa e Alex commette molti errori, fino a ritrovarsi solo, con un successo effimero e senza punti di riferimento. Dovrà affrontare i suoi demoni, la durezza del mondo e la sua confusione per superare la linea d’ombra, imparando ad amare la sua rabbia e riuscendo nell’impresa più difficile: capire fino in fondo cosa desidera.
In uscita oggi 28 aprile in tutte le sale italiane!
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter