Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Venerdì 2 marzo 2018 Cuttin’Headz al Fabrique di Milano

Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:Cambria; mso-ascii-font-family:Cambria; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Cambria; mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

Cuttin’Headz significa musica elettronica 100% newyorkese, capace di andare alla scoperta della house più underground e della techno più ancestrale. Sonorità in grado di portare tutti quanti in dimensioni sconosciute o dimenticate, tipiche dei party nei warehouse che spadroneggiavano a New York e nei suoi sobborghi negli anni ottanta e novanta.

 

 

Cuttin’Headz è la label dei Martinez Brothers (nella foto di Ibra Ake) nata nel 2014, e che venerdì 2 marzo 2018 arriva per la prima volta in Italia al Fabrique di Milano per un party che per ora è si svolto soltanto in poche e determinate location, quali il DC10 di Ibiza e l’Output di New York. Chris e Stevie Jr Martinez si sono avvicinati e appassionati all’elettronica grazie al padre, assiduo frequentatore di locali di culto quali il Paradise Garage; autentici predestinati, erano ancora studenti alle superiori quando affrontarono il loro primo tour mondiale. Capaci di creare musiche insieme a Nile Rodgers e colonne sonore per le sfilate di Givenchy, i Martinez tornano a Milano insieme a Argy e Sita Abellán.

 

www.amnesiamilano.com

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter