Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Ale Piva chiede la mano di Simona davanti agli amici vip



 

Da oggi, per chi ama l'amore e - anche nell'era del digitale - conserva dentro il suo cuore un rivolo di romanticismo, Ale Piva è un mito.

Siamo a Canazei, nel cuore della Val di Fassa, per la tradizionale "Settimana Vip" organizzata, come ogni dicembre, dall'Ale Piva Production sotto l'egida della Union Hotel di Walter Nicolodi.

Ad un certo punto della serata - al teatro Gran Tobià - il "cerimoniere" Pippo Pelo, al microfono, chiama sul palco l'adunata dei vip per la foto di rito. Sul proscenio ovviamente anche il manager nativo di Rovigo ma ormai cervese d'adozione e, un po' defilata, la cesenate Simona Gamberini, fidanzata storica di Piva.

Quando scatta il segnale, nell'ordine, tutti si mettono in ginocchio: in prima fila il campione di karatè Stefano Maniscalco, Francesco Facchinetti e Stefano Tacconi; dietro di loro Mercedesz Henger e l'onorevole Antonio Razzi. In terza fila Andrea Montovoli, Raffaella Fico, Elena Morali, Virginia Spimi, l'influencer Alina Droz e le ex di "Temptation Island" Elisa Scheffler e Jessica Guazzotti. In ginocchio, visibilmente emozionato, Ale Piva pronuncia la fatidica frase: "Simona, mi vuoi sposare?". Lei spalanca gli occhi, resta senza parole, si porta le mani al volto e, nel silenzio generale, risponde: "Sì, lo voglio".

 

Nel teatro si scatena un applauso assordante e tutti, tra lacrime e sorrisi, accorrono ad abbracciare i due promessi sposi. Piva ha gli occhi lucidi e, con lui, tutti i vip sul palco. L'amore trionfa e Ale Piva, novello Cyranò, per una notte diventa il suo ambasciatore più bello e credibile.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter