Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Rally di Romagna 2018, il 21 aprile la presentazione



 

 

Sarà presentata ufficialmente il 21 aprile (ore 17) a Riolo Terme la nona edizione del Rally di Romagna - Gyproc Saint Gobain, dal 2010 una delle gare ciclistiche più suggestive del calendario Mtb.

L'appuntamento è all'hotel Senio di Riolo, dove lo staff del Romagna Bike Grandi Eventi, presieduto da Stefano Quarneti, toglierà i veli alla manifestazione. 

La corsa a tappe partirà il 31 maggio ed avrà il suo epilogo il 4 giugno quando - dopo cinque prove - verrà ufficialmente decretato il successore del portoghese Rodrigo Gomes, trionfatore dell'edizione 2017. 

Già resi noti i percorsi: si parte con una frazione di 15 chilometri che si snoderà attorno alla Cava di Monte Tondo. Il giorno seguente tappa di 47 chilometri con partenza ed arrivo a Riolo Terme. Sabato 2 giugno la frazione, con arrivo a Casola Valsenio, avrà un chilometraggio di 55 km con 1900 metri di dislivello. Il 3 marzo la tappa regina, quella che, sulla carta, potrebbe decidere i giochi: la prima "Ultramarathon di Romagna - Aken", che si snoderà lungo un impegnativo tracciato di 90 chilometri e 3mila metri di dislivello incastonato tra il monte Incisa e il monte Toncone nel cuore della Vena del Gesso (la gara assegnerà anche la maglia tricolore di campione nazionale Acsi). Gran finale lunedì 4 giugno con la frazione conclusiva di 50 chilometri e mille metri tondi di dislivello. In ogni caso, sul sito rallydiromagna.com si possono consultare gli splendidi video in 3D che descrivono, chilometro dopo chilometro, i percorsi del Rally. 

 

Al via dell'evento circa 250 atleti provenienti da tutto il mondo. Del resto quello  dell'internazionalità è uno dei tratti salienti del Rally di Romagna che, oltre ad essere la più importante gara a tappe europea riservata alle mountain-bike, viene considerato anche un prezioso volano per il turismo termale riolese. E a confermare l'anima globale della rassegna, è stata annunciata la scorsa settimana una nuova partnership con l'azienda Kross, un marchio polacco leader nella produzione di telai, particolarmente attivo nei paesi di lingua teutonica (il Kross Racing Team fornisce i telai anche alla campionessa del mondo polacca Maja Wloszczowska)

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter