Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Securitaly: "Cresce l'interesse per i dispositivi con riconoscimento facciale"



 

Sarà la moda planetaria dell'I-Phone 10, sta di fatto che, nel settore della sicurezza, il riconoscimento facciale - applicazione di serie nell'ultimo gioiello di casa Apple - sta diventando sempre più diffuso.

Se ne è accorta la Securitaly, azienda di Cesenatico leader nel mercato dei dispositivi per il "controllo accessi", che mai come in questo periodo sta vendendo in tutta Italia i suoi avveniristici lettori facciali completi di screening biometrico di impronte. 

"Come sempre, il marchio di Cupertino detta i must del mercato tecnologico - spiega Roberto Terranova, socio di Securitaly - per cui, dopo che l'Apple X ha puntato sul riconoscimento facciale, anche il mercato mondiale della sicurezza si è immediatamente accodato, richiedendo questa particolare applicazione. Sono anni che noi commercializziamo, in esclusiva, questo genere di dispositivi che, in realtà, fino ad oggi sono stati un po' frenati in Italia dalle regole imposte dalla legge sulla privacy. Ma è bastato che Apple ne facesse il tratto distintivo del suo ultimo prodotto per scatenare la moda".

 

La Secuiritaly, dal 15 al 17 novembre, parteciperà alla Fiera "Sicurezza 2017" di Milano, uno dei maggiori eventi di riferimento in Europa in tema di soluzioni teconologiche ed innovative pensate per la sicurezza in generale. Nei padiglioni fieristici di Rho tornano le novità dei settori videosorveglianza, antintrusione, controllo accessi e prevenzione dei crimini, sullo sfondo di un mercato in continua evoluzione in cui l'azienda di Cesenatico continua a recitare un ruolo da protagonista. 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter