in

Francesco Monte, il debutto da cantante conquista tutti

Si intitola “Siamo già domani” il primo singolo di Francesco Monte che, dopo dieci anni nel mondo della tv e della moda (lo scorso gennaio lo spot-social da un milione di lice con Jennifer Lopez per Guess), si cimenta in una nuova sfida. Scritto assieme a Luca Mele e Alex Grasso, che ha curato anche l’arrangiamento assieme a Marcello Sutera, “l’idea del brano – spiega Monte – sboccia nel contesto particolare del lockdown. E’ un testo nel quale ognuno può identificarsi, un brano che alla fine parla soprattutto d’amore, il vero motore dell’universo, l’unico impulso che sopravvive, immortale, all’incedere inesorabile del tempo”.

Per il 32enne tarantino non si tratta di un progetto di marketing, ma di un’idea nata ascoltando, prima di tutto, se stesso: “Ho sempre avuto, fin da bambino, un’infatuazione per la musica e per il canto, ma non ho mai trovato il coraggio di condividere questa passione. La scintilla è scoccata con la partecipazione a ‘Tale e Quale Show’: dopo quelle esibizioni ho avuto il piacere e la sorpresa di leggere i complimenti di tanti importanti artisti italiani. E’ stato a quel punto che, per la prima volta, ho cominciato a pensare che il canto potesse diventare davvero qualcosa di più di una semplice, intima passione”.

“Ma l’elemento realmente decisivo è stato l’approccio col quale ho affrontato, sin dal primo istante, questa nuova esperienza. Mi sono accorto, infatti, anche con mio grande stupore, che quel microfono che tanto mi spaventava, era diventato all’improvviso la mia ‘confort zone’, uno strumento familiare attraverso cui, con grande naturalezza, poter esprimere finalmente la parte più autentica ed istintiva di me. E così, dopo dieci anni nel mondo dello spettacolo, per la prima volta, mi sono sentito perfettamente a mio agio su un palcoscenico. A quel punto, non ho avuto scelta: se volevo restare coerente con me stesso, mi son detto, quella era la strada da percorrere”.

E così, dopo cinque anni di scuola di recitazione e dopo tanta televisione, per la prima volta, Francesco si accorge che quella del canto non può più restare solo una fugace passione domestica: “Oggi – dice – non uscirei mai dalla sala di registrazione. Tutte quelle ore che trascorro ad interpretare i miei brani fino allo sfinimento e a perfezionarli con maniacale precisione non mi pesano per niente. Davanti al microfono mi diverto, non mi stanco mai, in studio riscopro riserve di energie che, a volte, sorprendono anche chi mi sta accanto. Quando abbiamo registrato la versione acustica per il videoclip di Giampiero Alicchio, ad esempio, ho cantato per otto ore di seguito e sinceramente non mi sarei mai fermato”.

Il singolo – prodotto da Marcello Sutera e da Olé Artist di Max Passante, etichetta discografica emergente, già impegnata in questo 2020 in altri progetti di spessore – vanta una line-up di assoluto prestigio: la voce di Francesco Monte è accompagnata dalle chitarre di Luca Colombo e Alessandro Grasso, dal basso di Marcello Sutera e dalla batteria di Daniele Chiantese con Valentina Ducros ai cori e il mastering mixato dal tecnico dei Coldplay: “Tutti fantastici professionisti – spiega Monte – artisti di solida esperienza con i quali è stato un piacere poter lavorare a questo mio primo progetto musicale”.

Vota l'articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Al Papeete Beach la consolle estiva di RDS

sven väth @ villa delle rose crediti luca rossetti

La Villa delle Rose cala gli assi: Sven Väth, Satori, Marco Carola