in

“Per amore del musical ho vinto la paura dei cani”

“Per amore della recitazione ho superato finalmente la mia fobia infantile per i cani”. Comunque vada lo spettacolo, Martina Giordani una vittoria l’ha già ottenuta: Smilzo, l’amabile quadrupede che interpreta Sandy nel musical “Annie Jr”, non le fa più paura: “Quando ho saputo che avrei dovuto interpretare Annie – spiega Martina – ero al settimo cielo ma, nello stesso tempo, ero molto preoccupata al pensiero di dover recitare gran parte delle scene al fianco di un cane. Fin da piccolissima, infatti, in seguito ad un trauma, ho sempre avuto il terrore degli animali. E invece, giorno dopo giorno, prova dopo prova, la paura si è attenuata ed oggi posso dire di aver definitivamente superato questa fobia”.
Merito, va detto, anche di Paola Colucci, l’addestratrice reclutata dalla Dance Dream di Cesenatico per insegnare la parte a Smilzo, ma anche per far vincere a Martina la sua ancestrale paura dei cani. E’ stata infatti lei – mamma di un’allieva della scuola di danza – ad avvicinare la novella Annie al “collega peloso”, insegnandole a rapportarsi in maniera corretta e ad instaurare un reciproco rapporto di fiducia.
Nasce da questo aneddoto a “lieto fine” la grande novità della Dance Dream che, dopo il musical “Matilda”, il prossimo 23 e 24 maggio, proporrà come saggio finale al pubblico del teatro comunale di Cervia il fantastico musical di Broadway vincitore di ben sette Tony Awards.
La storia – interpretata rigorosamente in lingua inglese – narra delle dolci peripezie di Annie, una favolosa bambina dai capelli rossi determinata più che mai a trovare i suoi genitori che l’hanno abbandonata 10 anni prima nell’orfanotrofio diretto dalla crudele Miss Hannigan. Grazie all’aiuto delle sue amiche orfanelle, Annie riesce a fuggire e insieme al suo nuovo amico, un cagnolino trovatello di nome Sandy, avventura dopo avventura, troverà una nuova famiglia nella casa di Oliver Warbucks e della dolce segretaria Grace Farrel.
Lo spettacolo, diretto come sempre da Ilaria Esposito con la preziosa collaborazione d Nico Buratta (sempre impegnato in tournée con il suo “Mary Poppins”), vedrà avvicendarsi sul palco circa 40 performer tra gli 8 ed i 18 anni, già vincitori a Firenze nel 2018 del concorso internazionale “Il Musical”. Lo show è stato curato anche dal prestigioso coreografo Christian Ginepro con la direzione musicale di Chiara Sirri ed il perfezionamento della lingua inglese a cura di Francesca Sampaoli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

Afterlife e Solomun a Social Music City

Agnese Lupi, la bellezza androgina che conquista le passerelle